MEDIE
ISTITUTI PRIVATI
 

 

 
 

La produzione del testo

Avviamento alla composizione libera e alla scrittura con documentazione

Nella composizione dei testi il metodo di lavoro prevede tre fasi:

• I. Ideazione. Lo scopo consiste nel formulare un'ipotesi di intelaiatura del testo da scrivere. La scaletta aiuta a individuare gli argomenti e collabora all' ideazione del testo. La scaletta è solo un'ipotesi della scrittura effettiva, questa differirà anche di molto rispetto al punto di partenza, in ogni modo la scaletta è una guida alla stesura. Un vantaggio della scaletta è che nella stesura del testo si è spesso insoddisfatti di ciò che si scrive.

L'autocritica e sana ma se è eccessiva porta ad una specie di inibizione che impedisce ai pensieri di prendere una forma compiuta. E la scaletta ha effetto rassicurante di fornire un tracciato insieme. In conclusione la scaletta è parte di quella progettazione e deve essere alla base di un testo, è un momento intermedio importante tra la riflessione puramente mentale e la stesura di un testo compiuto

• II. Stesura. Dopo che l'argomento sarà stato esposto insieme con informazione necessaria sarà facile anche l'inizio del testo.

• III. Revisione. È forse il più difficile e certo il momento più trascurato. Terminato il testo si tende a liberarcene ma vale il consiglio che funziona per tutti testi: rileggere e correggere. Questa operazione deve stabilire se l'argomento è stato centrato bene e se la documentazione è completa. Per raggiungere questo obiettivo torna utile qualche suggerimento pratico: infliggere a lettura del testo ad un familiare e/o amico; rileggere a distanza di tempo; leggere ad alta voce.

Le tre fasi si intrecciano e si sovrappongono.

La lettura è un fattore molto importante per raggiungere una vera padronanza della scrittura è una buona scioltezza espressiva. Essa è stata ed è il vero serbatoio della scrittura, infatti senza accorgersene il lettore assimila tante parole ed espressioni che entrano a far parte della sua competenza linguistica.

Da scrittura oltre che con la lettura si costruisce con l'esercizio, un'attività legata ai doveri scolastici ma che può anche essere praticata per scelta libera, ad esempio molti tengono un diario. Il diario è ispirato ad un principio di selezione perché sarebbe impossibile una trascrizione integrale dell'esperienza quotidiana, quindi il diario ordina e sceglie l'esperienza.

Nei testi si individua un argomento e una tesi sull'argomento stesso. Argomento e tesi sono le due parti che insieme formano il titolo. Lo svolgimento dovrà essere coerente all'argomento e unitario. Uno svolgimento breve prevede che l'argomento si sviluppi in tre sottounità, che sono precedute da un'affermazione generale che si collega all'argomento e relativi.

Dopo aver sviluppato le tre sottounità il testo si conclude con frasi che ribadiscono la linea centrale del testo stesso. In un testo di lunghezza media la discussione dell'argomento e relativi si sviluppa in modo più dettagliato. In un testo del genere le tre sottounità diventano tre unità, che naturalmente restano fedeli all'argomento e alla tesi.

La promozione della sottounità a unità non serve a fornire in più parole la stessa informazione che è possibile comunicare in breve ma offre un'informazione maggiore di informazioni introducendo esempi, brevi racconti o aneddoti. In tal modo la composizione non si limita a riferire una situazione fatta di abitudini ma si arricchisce di una componente narrativa.

Ci sono dei testi che richiedono una documentazione che l'autore del testo non conosce, o di cui vuole controllare l'esattezza. Per documentazione si intende l'insieme di notizie di cui si possa avere bisogno nella redazione di un testo professionale.